Sei il mio fiume

di Giuseppe Failla

Sei il mio fiume, 
hai detto 
mentre mordevi 
le mie labbra.

Così io toglievo 
gli argini 
ai miei sorrisi
e ti offrivo 
le mie sponde,
sicuri approdi 
alle tue paure.
Nei bagliori 
del sole d’estate
al calar della sera

i tuoi occhi 
di antracite
mi hanno trafitto
l’anima serena
chiedendo amore.
Sei il mio fiume, 
hai detto 
mentre mordevi 
le mie labbra

la n 3 è stata pubblicata dall’editore Aletti in una raccolta di “poeti dilettanti”