Chi è stato

di Emanuela Mazzoni

La terra fumava
il cielo piangeva
bagliori accecanti
la notte scendeva
la notte più brutta
di questa mia vita
guardavo le stelle
e pensavo
è finita.
Guardavo la luna
che in alto splendeva
giocava tra i fumi
il mio cuore batteva
batteva e chiedeva
perché? Chi l’ha fatto
chi l’ha scatenata
chi è stato quel matto.

E intanto le bombe
sentivo fischiare
pregavo e chiedevo
al buon Dio di tornare
mia madre mi aspetta
non farla soffrire
ho solo vent’anni
non posso morire.
Ma un tratto portai 
la mia mano sul cuore
scomparve la luna
scomparve il rumore
e il cielo mi disse
non devi patire
spengetevi stelle
lui deve dormire