Sarah Del Giudice

HOME | ARTIGIANATO È ARTE | Sarah Del Giudice

Sarah Del Giudice

Nata a Firenze nel 1978, vive e lavora tra le colline chiantigiane nella fonderia d’arte di famiglia. Diplomata al Liceo Artistico “Leon Battista Alberti” di Firenze nel 1996, continua gli studi artistici frequentando la scuola di scultura all’Accademia delle Belle Arti di Firenze diplomandosi nel 2002 con il voto di 110 e lode, presentando una tesi sulla fusione a cera persa, mestiere che nella sua famiglia si tramanda da tre generazioni e che l’appassiona e l’avvicina all’arte da sempre..
Dal 2010 è titolare insieme al fratello della fonderia tramandata dal padre Leonardo. Pur seguendo il lavoro dell’azienda continua a dedicarsi alla creazione di opere naturalmente in fusione, materia che predilige sopra le altre.
Espone in varie collettive e personali e le sue opere fanno parte di collezioni per il mondo e sono presenti in parchi privati e pubblici.
“Pur conoscendo Sarah da molti anni mi rendo conto solo adesso per la prima volta, di fronte alle opere che ha prodotto e che guardo oggi con stupore e con occhi diversi e con attenzione nuova, di quanta parte di lei come persona, madre, donna e artista mi sia stata ignota.” Tutti i soggetti cari a Sarah sono legati alla sua sfera privata, appartengono alla sua dimensione affettiva profonda e sono fotografati in un contesto amico, rassicurante e protettivo. Nell’esecuzione l’alternanza di forza e fragilità sottolinea e rivela la sottile essenza che impregna la sensibilità di un’artista in evoluzione. Come nella vita così nell’arte. I suoi temi portanti e prediletti sono la donna e l’uomo, considerati come elementi indivisi della coppia come fusione di due esseri che vivono all’unisono i momenti coinvolgenti della loro vita e li ripercorrono filtrandoli attraverso il ricordo. Di Sarah ci seducono poi le dolcissime maternità e le creazioni legate al viaggio, dove cappelli scarpe e valigie in chiave simbolica e un po’ ironica rimandano al percorso più ampio della vita, intesa come inevitabile evoluzione e come necessità che il cuore e la mente serbino sempre la speranza di un viaggio nuovo in un qualche futuro…….
Claudio Nicoli

EDIZIONI