Giovanni Furlanetto

HOME | ARTIGIANATO È ARTE | Giovanni Furlanetto

Giovanni Furlanetto

Giovanni Furlanetto, nato a Torre di Mosto, un paese del Basso Piave in Veneto nel 1944, evidenzia precoci doti artistiche che sviluppa da autodidatta in diversi ambiti, dalla musica alla pittura, dalla fotografia alla scultura. Sul versante pittorico matura la propria sensibilità artistica condividendo le esperienze di artisti locali coevi quali Vedovo, Cigana e Panzarin, coi quali rafforza una espressività fortemente legata alle proprie radici contadine tramite il locale movimento definito dei “Bucolici”. E’ nel suddetto coacervo culturale che l’inclinazione artistica del Furlanetto si orienta verso la rappresentazione di contesti di ordinaria vita paesana nei quali però l’autore inserisce, in un gioco di consapevole contraddizione, elementi dissonanti che creano un dinamico effetto di corto circuito. Così ad esempio nell’opera “El mat”, nella quale l’istantanea coglie un momento di vita quotidiana invernale nella piazza del paese ove entro una cornice di figure grigie volutamente abbozzate e coperte di pesanti vestiti, si staglia al centro in pieno rilievo il bianco candore della camicia del “matto del paese”, figura classica del topos di provincia, che nel suo contravvenire alle ordinarie convenzioni tramite il proprio abbigliamento crea quello stacco di significato fra consuetudine e provocazione. Lo stesso è per l’ altra opera esposta, ossia “canto notturno”, dove l’antitesi alla quiete notturna del paese di campagna rappresentata dal silente campanile, è rappresentata dal canto dei due giovani amici che si ritrovano chitarra in mano sopra un ponte di barche a cantare le proprie canzoni. Le due figure infrangono la staticità dello sfondo attraverso la dirompente vitalità che emana dai loro abiti e dai loro volti tesi nello sforzo del canto. Ancora una volta si palesa la stimolante dicotomia fra l’ordine del contesto sociale e la personale esigenza di affermazione della propria individualità.

EDIZIONI